Anime Antiche: Streghe, Maghe, Grandi Sacerdotesse, Maghi, Stregoni e Sciamani

Aggiornato il: gen 14


In questo articolo parlo di tutte quelle anime sensibili e molto antiche che hanno sempre vissuto nella magia. Ne fanno parte tutte le Streghe, Stregoni, Maghi, Maghe e Grandi Sacerdotesse...

"Guardando il saggio negli occhi vedi una profonda saggezza, una vasta conoscenza e spesso anche un forte dolore per aver assistito alla storia della Terra e dell'umanità. I Saggi a volte hanno anche borse, ombre scure sotto gli occhi che derivano dalla loro esperienza. "


È probabile che tu sia un Saggio se:

  • Sei più maturo della tua età;

  • Ti senti molto più vecchio della tua età anagrafica;

  • Sei affascinato da percorsi spirituali legati alla terra come lo sciamanesimo, l'astrologia, la divinazione, l'ermetica, sei appassionato al ciclo arturiano, all'era medievale e rinascimentale;

  • Vorresti che tutti ascoltassero i tuoi consigli;

  • Preferisci portare abiti scuri e lasciarti crescere i capelli;

  • Hai problemi di salute legati al cuore;

  • Ti sono venuti prematuramente i capelli grigi, le rughe o le borse sotto gli occhi;

  • Le persone si lamentano perché parli "a loro" invece che con loro;

  • Non ami le conversazioni di circostanza e preferisci insegnare o imparare qualcosa di importante;

  • Sai di essere vissuto sulla Terra in passato e porti con te quella antica saggezza.

Intensi. Esotici. Eccentrici. I Saggi splendono di una luce interiore. Sembrano personaggi romanzeschi e di solito hanno lunghi capelli setosi, volti ovali, uno sguardo intelligente e una vita piena di ombre alle loro spalle. Gli angeli terreni di questo Regno possiedono una profonda saggezza e sono molto intuitivi. Hanno occhi penetranti ed è inutile provare a mentire con loro perché riescono a vedere la verità. Bizzarri ed esuberanti, i Saggi amano vestirsi con abiti fluenti che ricordano le epoche lontane di un romantico passato. A volte si vestono e si atteggiano volutamente in modo eccentrico, orgogliosi del proprio stile personale.

C'è una punta di mistero in ogni membro di questo Regno.

Quando s' incontra lo sguardo di un saggio si capisce subito che lui sa.

I Saggi sono umani che nelle vite passate hanno imparato a incanalare il loro potere verso miracolose guarigioni e manifestazioni, tanto da riuscire a influenzare il clima e gli oggetti materiali (con la levitazione, la telecinesi e così via).

Dotati di un grande potere e di una lunga esperienza, sono i maghi del genere umano e sono stati chiamati da loro "ritiro" nel mondo dello spirito per tornare sulla Terra e occuparsi delle emergenze del pianeta.

La loro energia è più scura e pesante di quella degli Angeli Terreni appartenenti ad altri regni.

I Saggi hanno un' energia grave, seria, quasi depressa, e a volte sono molto austeri. Nelle relazioni fanno sempre valere le loro opinioni per offrire aiuto.

Sono i registi e gli agenti del loro amici e familiari e sanno sempre qual'è la strada migliore per loro. Se qualcuno vuole un consiglio valido, farebbe bene a chiederlo a un Saggio.

Se per i membri di altri Regni l'esperienza umana è una novità (o hanno avuto vite passate in cui erano Angeli Incarnati, Elementali Incarnati e così via), i Saggi sono umani da secoli. Ma come gli altri Angeli Terreni, si sentono "diversi". In effetti alcuni Saggi, come me e il mio Mago, proclamiamo:"Io sono diverso e ne sono orgoglioso!". Ad esempio, io ho capito fin dall'infanzia che ero diversa e non m'inserivo nei gruppi; la cosa mi ha creato delle difficoltà finché ho compreso che la mia unicità era un vantaggio. Non facevo e non faccio parte della massa o della normalità e maturando ho realizzato che è una cosa positiva.

Per questa ragione, nella vita terrena i Saggi sono a loro agio più delle persone di altri Regni.

Sono realistici, empatici e pazienti con gli altri e hanno imparato a godersi la vita sulla Terra. I Saggi non hanno paura di guardare il lato oscuro della vita a differenza degli Angeli Terreni di altri Regni. Il distacco con cui considerano l'opinione altrui è un tratto distintivo dei Saggi.


La storia dei Saggi:

Il denominatore comune dei saggi è la quantità di anni trascorsi a incanalare i loro poteri magici. Alcuni hanno sviluppato da sé i propri interessi metafisici; altri sono stati selezionati da piccoli e avviati allo studio delle arti psichiche.

I saggi hanno vissuto in veste di Grandi Sacerdotesse e Sacerdoti ad Atlantide, nell'antica Grecia e nell'antico Egitto; all'epoca di Artù, tra i Maya, tra gli Esseni e come guaritori tra i nativi americani. Hanno assistito alla distruzione di intere civiltà e hanno visto persone uccise per le loro credenze spirituali. Conoscono e rispettano l'ego umano ei suoi in innati aspetti oscuri, ma apprezzano e rispettano ancor di più le altezze di cui gli uomini sono capaci. Ed è questo il motivo per cui sono tornati a insegnare.

In cielo, molti Saggi si godevano felicemente la vita oltremondana. Avevano creato comunità paradisiache nel mondo dello spirito, dotate di castelli, giardini e cascate. Tutto sembrava meraviglioso. Ma poi sono stati avvicinati da un comitato di guide che voleva riportare in servizio i "soldati spirituali" in pensione.

Le guide hanno chiesto ai Saggi di tornare sulla Terra per insegnare un modello di pace e per ricordare alle persone come usare il loro innato potere e la loro forza per creare armonia. Pur accettando l'incarico, alcuni Saggi erano riluttanti a tornare sulla Terra. Arrivati qui, hanno avvertito la pesante densità dell'energia presente. Incapaci di adattarsi a questa atmosfera, alcuni di loro ne sono usciti immediatamente scegliendo di morire. Altri si sono rassegnati alla vita terrena, covando rabbia o depressione.

I Saggi che si sono adattati meglio sono quelli che hanno ripreso lo studio della spiritualità basato sulla Terra, per esempio l'astrologia, alla Wicca, la magia cabalistica, ermetica, il paganesimo, i rituali, la cristalloterapia, erbologia, le invocazioni con le candele, lo sciamanesimo e così via.

I membri del Regno dei saggi hanno dedicato molte vite allo sviluppo dei loro doni spirituali e magici. Hanno una lunga esperienza nelle arti spirituali della manifestazione, dell'alchimia, della guarigione. Fin da bambini sono sensitivi e spesso vivono questo dono come una maledizione, specialmente se hanno precognizione di un futuro evento "negativo". A volte s'incolpano per non essere riusciti a evitare una tragedia, dato che l'avevano prevista. Ma queste intuizioni sensitive spesso offrono solo l'opportunità di pregare su quell'evento.

Se fossero tenuti intervenire, riceverebbero indicazioni chiare sul modo di prevenire l'evento negativo.

Tra i Saggi che ho conosciuto, molti hanno vivi di ricordi di vite passate in cui erano streghe, maghi, sacerdoti e così via. Molti di loro hanno forti reazioni emotive quando parlano dell'epoca della caccia alle streghe. Molti ricordano di essere stati arsi al rogo, impiccati o uccisi in altro modo per le loro particolarità spirituali.

La mania dei roghi di streghe era dovuta a una superstizione di massa, secondo la quale tutti gli eventi negativi (il raccolto rovinato dalle intemperie, una malattia che colpiva i bambini) erano causate dagli incantesimi di una strega. Sì decise che l'unico modo per epurare questo "male" era bruciare il sangue delle streghe.


Molte streghe venivano perseguitate dai vicini, dai governi locali dalle chiese.

Nelle situazioni più umane, venivano uccise prima di essere legate a un palo e bruciate. Ma la maggior parte di loro era arsa viva. Ad esempio, nella mia vita precedente, ho visto di essere stata torturata, chiusa dentro una cella buia per poi essere stata impiccata con una catena di ferro al collo e bruciata davanti al popolo. Anche coloro che non sono stati uccisi hanno ricordi cosciente di quel periodo. Ricordano che avevano paura dell' Inquisizioni, dei Templari, dei processi ai catari (i catarì erano un gruppo eretico verso il quale Papa Innocenzo III scagliò una condanna; furono quindi perseguitati e condannati a morte) e di tutti i vari modi in cui si manifestava questa caccia agli eretici. La minaccia di morte poteva incombere su chiunque in quel periodo, e per via di questi ricordi i Saggi provano inquietudine all'idea di riutilizzare appieno il loro doni spirituali. Di conseguenza, per via di quegli accadimenti remoti, molti Saggi evitano di dare libero sfogo al loro grande potere! Ma se adesso sono tornati è proprio per usare quegli strumenti spirituali e offrire i loro insegnamenti. Lo scopo di un Saggio implica rispolverare i suoi doni psichici e le sue capacità di guarigione spirituale. E poichè ciascuno di noi può essere pienamente felice e appagato solo quando adempie al proprio scopo, è necessario che i Saggi riaprano e sviluppino quei doni.

Poiché l'Inquisizione fu attuata congiuntamente da governo e Chiesa, molti Saggi ora sono sospettosi verso le religioni organizzate.

Detestano i fondamentalisti giudicanti e preferiscono entrare in contatto con il Creatore negli spazi aperti, invece che in un tempio o una chiesa.

Io ad esempio fin da piccola, senza saperne il motivo, non volevo mai andare in chiesa, MAI! Non la sopportavo, sospettavo le persone che la frequentavano, sospettavo (e sospetto) dei preti, dei vescovi; l'ho sempre vista come una prigione, un qualcosa di malvagio e sospetto da cui starne lontana.

I saggi hanno una particolare affinità con il regno degli Elementali e viceversa. Non solo perché le fate e gli elfi hanno un ruolo importante nelle pratiche spirituali basate sulla terra, ma anche perché gli Elementali e i Saggi sono legati da profonde amicizie.

In tempi antichi le persone riconoscevano i vantaggi derivanti dal operare con il regno degli Elementali, ma le chiese si sentivano minacciati da questo potere che stava fuori dalle loro mura. Perciò fu lanciata una campagna diffamatoria contro le fate, gli elfi e gli altri Elementali. Tutt'oggi molte persone hanno paura degli elementali che invece sono bellissimi. Per via del profondo legame che ha unito i saggi gli elementali in tempi antichi e moderni, alcuni Elementali Incarnati possono credere di provenire dal regno dei Saggi. Questo è dovuto alle esperienze e ricordi che questi due regni hanno condiviso. Perciò, un Elementale Incarnato può ricordare i roghi delle streghe non perché sia stata arsa lei stessa, ma perché ha assistito alla morte delle sue amiche Sagge. Quindi potrebbe confondersi pensando che ricordi riguardino una sua esperienza personale.

Tuttavia le differenze tra i due regni sono chiare: i Saggi sono più solenni, più cupi e più seri rispetto agli Elementali Incarnati che sono giocosi e vispi. I Saggi hanno lunghi visi ovali e preferiscono portare i capelli lunghi, mentre gli Elementali Incarnati hanno volti tondi e spesso portano i capelli corti (tranne le Fate incarnate e le sirene). I maschi spesso raccolgono i capelli in una coda o li pettinano all'indietro con il gel. L'aspetto è l'intensità delle persone di questo regno sono bene esemplificati da attori come della Reese Anjelica Huston e Jimmy Smits. I saggi tendono a vestire in un modo eccentrico o romantico, che rispecchia le loro epoche preferite in cui hanno vissuto esistenze passate.

Le donne prediligono abiti lunghi di colori scuri, magari vintage o eco-compatibili e collane di grossi cristalli. Gli uomini preferiscono maglie di tessuti naturali o casacche in stile rinascimentale. Indossano ciondoli del significato spirituale, come croci celtiche, simboli dell'Ohm, pentacoli e così via. I Saggi amano frequentare rievocazioni rinascimentali in costume, dove possono rivivere gioie e dolori delle loro vite passate.

I saggi hanno draghi, stregoni e dee come spiriti guida. Sono molto interessati allo studio delle epoche antiche che molti considerano mitiche, come Avalon, Atlantide e Lemuria. Collezionano statuette di stregoni e amano libri e film che trattano di magia. Molti Saggi sono anche patiti di storia. I Saggi sono molto sensibili alle fasi lunari, ovvero sono fisicamente ed emotivamente influenzati dalla luna piena e dal novilunio. Spesso tengono "cerimonie in onore della luna piena" e celebrano gli equinozi.


Schemi ricorrenti tra i Saggi:

È interessante notare che tutti i Saggi intervistati conoscevano il loro segno zodiacale, il loro segno lunare, nonché l'ascendente solare e lunare.

Questo dato era in netto contrasto con le risposte date dai membri di altri regni, che spesso non conoscevano nemmeno il loro segno zodiacale, figuriamoci quello lunare.

Evidentemente i Saggi sono esperti di astrologia e amano le sue applicazioni. Un'altra percentuale dei Saggi intervistati riporta di avere, o di avere avuto in passato, problemi al cuore o sistema cardiovascolare. Prolasso della valvola mitralica, pressione alta, tachicardia, aritmia, soffio al cuore e attacchi cardiaci sono molto diffusi in questo regno. Forse il loro cuore soffre perché i Saggi amano molto la Terra e l'umanità e assistono alla sua potenziale distruzione... Oppure si tratta di un dolore residuo che risale alla caccia delle streghe, quando il sangue dei Saggi veniva bruciato e il loro cuore infilzato su un palo... in "Guarisci il tuo corpo" di Louise Hay spiega che il significato spirituale dei problemi cardiaci è "Problemi emotivi di vecchia data".

I Saggi hanno trattenuto per secoli un dolore emotivo sorto nelle loro numerose vite passate: è proprio il caso di dire "persistente". Altre motivazioni che inducono problemi cardiaci, secondo Louise, includono "Mancanza di gioia, indurimento del cuore, credere nella fatica nello stress".

I Saggi che ho incontrato sono persone di grande intensità e sono maestri infaticabili. Insegnano senza sosta, spesso dando consigli brevi ma dal profondo valore filosofico.

Tuttavia lo sguardo di molti Saggi rivelano delusione per i loro allievi.

Di recente un saggio mi ha confidato:" Se le persone ascoltassero i miei consigli, tutti i loro problemi cesserebbero di esistere. Non sono presuntuoso: è solo che so cosa potrebbe aiutarli. Ma la maggior parte delle persone ignora i consigli e continua a restare impantanata nei problemi".

Siccome il proposito dei Saggi è insegnare e indicare la via, forse la frustrazione che deriva da questa missione è il dolore più grande che grava sul loro cuore.

Come gli Elementali, i Saggi non amano molto le regole e i vincoli.

Tuttavia gli Elementali vengono sempre colti in flagrante quando trasgrediscono alle regole, invece i Saggi gettano su di sé un manto che li rende invisibili, perciò è raro che vengano scoperti.


I Saggi nelle relazioni:

Quasi tutti i Saggi aspirano a un matrimonio magico e mistico con l'anima gemella, anzi, oserei dire anche fiamma gemella...

A volte avvertono la presenza sfuggente di un'anima affine che conoscono da molte vite. Questo li porta a cercare l'amato e, finché non lo trovano, possono decidere di stare romanticamente da soli.

O peggio, possono provare ad accontentarsi di una relazione non appagante.

In qualche vita precedente, può darsi che i Saggi abbiano fatto voto di castità e di celibato. Questi voti possono persistere e la vita attuale e creare scompiglio.

Un esempio è di una Saggia che sa di aver vissuto vite precedenti come strega e anche come suora. Quando era una strega si dedicava a rituali pagani celebrando la Terra, la natura e il corpo umano. Spesso questi rituali erano cerimonie che implicavano la nudità e la sessualità. A quel tempo, i detentori del potere condannavano come eresie queste pratiche concentrati sulla natura e lei fu arsa al rogo. Nella vita successiva, era una suora e fece voto di castità. Ma mantenne i suoi interessi i mistici i suoi talenti.

Nella vita attuale, continua a praticare incantesimi ed è molto abile nelle manifestazioni. Ma la sua vita sessuale è rimasta bloccata in una relazione casta con un marito impotente, che era troppo orgoglioso per curarsi o per rivolgersi a un sessuologo. Alla fine questa donna ha spezzato il voto di castità ed è riuscita a riaccendere la sua sessualità.

Quindi i Saggi hanno vite amorose più felici si usano i loro notevoli poteri magici per manifestare l'amore che cercano.

Anche se la loro anima gemella o fiamma non si è ancora incarnata ed è nel mondo spirituale e dell'Intervita, i Saggi possono manifestare rapporti d'amore meravigliosamente appaganti con il potere delle loro intenzioni focalizzate.

I Saggi vivono meglio siamo amici che rispettano e stimano. Altrimenti si trovano ad avere amici che di fatto sono "clienti". Queste "amicizie" sono rapporti a senso unico, in cui il Saggio assume ruolo del maestro e l'amico quello dell'allievo.

In questi rapporti i Saggi non hanno mai occasione di discutere i propri problemi, perché sono tenuti a mantenere il ruolo della persona forte è autonoma. Spesso sono accusati di essere saccenti. L'accusa ha un fondo di verità, perché i Saggi attingono all'inconscio collettivo, che è onnisciente.

Sono anche altamente sensitivi.

I figli li accusano di essere genitori "controllanti" e anche questo è dovuto alla compulsione all'insegnamento che caratterizza questo regno.

I Saggi non possono fare a meno di insegnare; tuttavia possono addolcire le elezioni in modo che risultino più gradite. Invece di tenere conferenze, per esempio, possono creare un esperienza di insegnamento divertente e istruttiva insieme. Come nella vita amorosa, per il Saggio è importante praticare visualizzazioni consce di rapporti sani felici con gli amici e familiari.

Possono usare il loro straordinario potere per visualizzarsi circondati da amici forti e amorevoli che li aiutano.

Perciò, se pensi di essere un Saggio, visualizza e senti che i tuoi figli apprezzano i tuoi insegnamenti. Non preoccuparti di come si realizzeranno queste manifestazioni. Sappi solo che si realizzeranno.

E poi affida le tue visioni all'universo in modo che possono manifestarsi rapidamente e con facilità.

Spesso i Saggi sono contestati da persone che appartengono a religioni tradizionali e che cercano di usare la paura e senso di colpa per imporare le loro credenze.

I Saggi resistono a questo tipo di marketing religioso, forti della loro religione interiore. Spesso provano risentimento per le religioni tradizionali a causa di ricordi di antiche persecuzioni. Ma possono imparare a lasciare andare il passato e a trovare un equilibrio per avvicinarsi al Creatore secondo le proprie modalità.

I Saggi possono sviluppare una personale miscela di spiritualità tradizionale e non tradizionale.


I Saggi e la magia:

Se sei un Saggio, hai un'ottima padronanza delle arti magiche e, se un ambito della tua vita non funziona come vorresti, poi assumere un ruolo proattivo nella sua guarigione.

Se attendi passivamente che l'universo ti indichi la direzione, potresti trovarti a girare a vuoto senza arrivare mai da nessuna parte.

Questo accade perché i Saggi come te sono co-creatori e l'universo preferisce aspettare di conoscere i tuoi desideri e soddisfarli come richiesto.

Tuttavia, i Saggi sanno per esperienza che non tutto ciò che viene richiesto porta alla felicità.

Per questo motivo è prudente pregare o invocare una guida per sapere cosa è bene chiedere.

La fede in queste capacità e cruciale, anche se è solo un 5 o un 10 per cento.

Se chiedi qualcosa, ma dentro di te hai paura che possa non accadere, blocchi la manifestazione. Se ne hai bisogno, puoi "prendere in prestito" la fede da una delle tue guide.

Puoi chiedere all'universo di sgombrare il campo delle paure che ostacolano la tua fede piena. Se ti può interessare, faccio dei corsi di sciamanesimo e altre pratiche dove si può conoscere, tramite viaggi astrali, le proprie guide e angeli custodi.

Può darsi che in qualche vita passata, come molti altri Saggi, tu abbia formulato dei voti come aspirante spirituale o devoto. Tra i più comuni ci sono i voti di sofferenza, abnegazione, castigo, povertà, castità, verginità, celibato, obbedienza e silenzio.

Se non vengono sciolti questi voti possono seguirti sulla Terra e creare ostacoli nella tua vita amorosa, sessuale, finanziaria e nella vita in generale.

Nessuno è veramente libero dal passato se non scioglie questi voti.

Gli unici voti sani sono quelli che decidi tu, quelli che formuli con te stesso.

Anche in quel caso, è bene rivederli regolarmente per verificare che siano ancora validi. Sciogli questi voti e annulla i loro effetti affermando con forza:

"In questo momento sciolgo qualunque voto di sofferenza, abnegazione o castigo che posso aver formulato, in tutte le direzioni temporali. Annullo ogni effetto negativo di questi voti ora e per sempre. Così sia".

Poi ripeti questa frase per altri voti (povertà, celibato e così via).

Dal momento che formulare questi voti spesso equivale a firmare un patto con il sangue, dovrai ricorrere a un potere supplementare per scioglierli (se avete bisogno, chiamatemi).

È particolarmente efficace accendere una candela (che aiuta a rilasciare le negatività e a smuovere situazioni stagnanti) e svolgere la cerimonia durante il plenilunio, momento di rilascio per eccellenza.

Poi alzati e battipiedi con forza mentre pronunci ogni affermazione ad alta voce. Mostra di avere una forte convinzione quando sciogli questi voti. Se avete bisogno di aiuto mi potete sempre contattare.


Caro Saggio, ricorda sempre il potere della parola. Stabilisci con chiarezza i tuoi desideri e poi comanda con - le parole - che vengano esauditi.

Sei un maestro degli incantesimi, sia per quanto riguarda le tue paure, sia per quanto riguarda i desideri del tuo cuore.

Perciò puoi facilmente creare profezie che si autoavverano in direzione dei dettami dell'ego, basati sulla paura, ma anche in direzione delle visioni espresse dal tuo Io Superiore, basate sull'amore. Comanda il tuo ego di tacere e induci il tuo Io Superiore ad alzare il volume della sua voce.

Quando le tue manifestazioni si concretizzano, accogliere a braccia aperte.

A volte i Saggi respingono le manifestazioni per paura di non meritarle.

Ricorda che queste manifestazioni sono strumenti che ti aiutano nell' insegnamento nella guarigione. I tuoi allievi e clienti meritano di essere aiutati da un Saggio le cui necessità materiali sono soddisfatte. Lasciati alle spalle tutte le privazioni e voti di sofferenza, caro Saggio.


La carriera professionale dei Saggi:

Essendo un Saggio, sei un leader naturale e susciti rispetto per il tuo carisma, la sicurezza in te stesso, il tuo portamento e il tuo potere personale.

Le persone ti rispettano e ti ammirano; sono anche intimidite da te.

Perciò seguono volentieri la tua guida.

Per via delle molte vite passate in cui hai studiato e insegnato la spiritualità, probabilmente se portato per un lavoro di insegnante spirituale, astrologo, sensitivo, guaritore, canalizzatore o lettore di carte oracolari.

Molti Saggi non sono a loro agio nel ruolo di dipendenti o seguaci, a meno che non rispettino il loro capo o la loro guida.

Saresti un eccellente imprenditore o presidente di un'azienda, soprattutto grazie alle tue capacità organizzative combinate alla tua conoscenza intuitiva dei modi per migliorare le situazioni. Tuttavia, molti Saggi provano frustrazione quando lavorano con interlocutori o clienti che non sono motivati e non ascoltano i loro consigli.


Gli ibridi dei Saggi:

Come leggerai nei prossimi articoli, esistono varianti dei Saggi che si mescolano ad altri regni. Per esempio i Paladini, gli Angeli Mistici, le Stelle Mistiche e le Sirene Mistiche.

Guida e suggerimenti se sei un Saggio:

  • Onora il potere della parola. Osserva i tuoi pensieri e le tue parole per assicurarti che rispecchino ciò che desideri, non ciò che temi. Manifesti così rapidamente che non puoi permetterti di pensare o parlare delle tue paure. Localizza tutta la tua energia sulla manifestazione dei tuoi desideri e dello scopo della tua vita

  • Onora il tuo passato. Svolgi regressioni alle vite passate per eliminare i residui di emozioni che probabilmente ti ostacolano nella vita attuale. Leggi libri e guarda film che hanno attinenza con le tue vite passate.

  • Sii consapevole del potere della tua rabbia. Quando un Saggio prova rabbia verso un'altra persona, è come se lanciasse un incantesimo oscuro. Usa il tuo potere con cautela, e pensaci due volte prima di inveire contro qualcuno, perché le tue parole potrebbero agire come una maledizione che può ferire l'altro ma anche tornare indietro a ossessionarti.

  • Insegna ciò che tu stesso ritieni importante. Insegna sempre dando l'esempio. Un motivo per elevarti ai tuoi massimi livelli è ispirare gli altri. Hai scelto di venire sulla Terra per impartire insegnamenti che riguardano il potenziale umano, perciò è importante che la tua stessa esistenza si fondi su questi concetti.

  • Ridi e gioca. Anche se hai una missione di vitale importanza, è fondamentale che infonda nella tua vita dosi regolari di spensieratezza. La tua missione richiede sincerità, non cupezza. Inoltre ridere aiuta a guarire le pene del cuore che ti affliggono in questa vita o ti hanno afflitto nelle vite passate.

  • Conquista il rispetto, non il timore. Usare il tuo potere in modo che gli altri abbiano paura di te non è molto gratificante per l'anima. Essere temuti dagli altri fa sentire soli! Invece usare il proprio potere per conquistare rispetto è profondamente appagante.

tratto dal libro "Angeli Terreni" di Doreen virtue.



Giada Aghi

Counselor hypnotherapist - Ipnologa in ipnosi essential e regressioni - Professional Master in PNL, PNL3 e Quantum Psychology - Naturopata (operatore del benessere specializzata in mtc) - Iridologa - Riflessologa - fito-gemmo-aroma terapeuta - Floriterapeuta - Idroterapeuta - Kinesiologa - Parapsicologa - Master Reiki Usui - Radiestesista - Master in Risveglio della kundalini, Master di sciamanesimo, Master in potenziamenti chakra e vampirismo energetico - Master in controllo dell' ansia e sblocco sessuale - Tecnico chimico biologico specializzato in tecnico per il controllo e monitoraggio delle trasformazioni alimentari - Manager delle relazioni commerciali.


È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.


©Naturopatia kundalini 2017.


#giadaaghi #naturopatiakundalini #naturopatia #kundalini #padova #sciamanesimo #stregoneria #esoterismo #rituali #wicca #regnodeisaggi #saggi #angeliterreni #fiammegemelle #poteri #chakra #energia #aura

  • Black Icon Instagram
  • Black Icon YouTube
  • Black Facebook Icon