Incubi: quando l'inconscio ci parla

Aggiornato il: mag 21

Gli incubi segnalano un blocco profondo della nostra esistenza.

Quasi a tutti capita di fare brutti sogni. Alcuni però vivono periodi, anche prolungati, in cui diventa molto alta la frequenza di incubi che lasciano inquieti per gran parte del giorno, tanto che a volte l'idea di andare a dormire la notte successiva crea ansia.

Il sogno, che per il cervello e per il corpo è una realtà concreta, ha toccato qualcosa di vitale, di viscerale.





Le situazioni paradossali, fuori dall'ordinario, tipiche del sogno, hanno per le nostre profondità il crisma dell'esperienza reale.

L'inconscio ci comunica qualcosa che, poiché lo neghiamo alla nostra coscienza, usa un linguaggio simbolico a tinte forti, che non ci permette di continuare con la consueta indifferenza, attaccandoci proprio quando siamo al massimo abbandono.


Quando si vivono periodi del genere è bene avere l'atteggiamento giusto per ridurre l'ansia; per sfruttare al meglio le indicazioni dell'inconscio; per sottrarci a pericoli presenti in noi e per cambiare qualcosa.



Che cosa indicano gli incubi?


Esistono due tipi di incubo: L'incubo isolato, che esprime spesso l'elaborazione inconscia di un malessere, di un evento o di una situazione recenti;

e quello ricorrente, che esprime una psiche bloccata in un forte pericolo o in una profonda ma inquietante trasformazione.


Entrambi i tipi esprimono:

  • paure o malesseri non riconosciuti;

  • necessità profonda di sbloccare una situazione;

  • un periodo di ipersensibilità emotiva;

  • il travaglio tra due periodi della vita;

  • energia e/o aggressività inespresse.

  • un messaggio dal tuo inconscio.



I brutti sogni più frequenti:


  • Rettili, insetti, figure mostruose o deformi.

  • abbandono, perdita o separazione.

  • cadere nel vuoto, trovarsi al buio.

  • non riuscire a urlare, sentirsi paralizzati.

  • essere inseguiti, morire, ammalarsi.

  • scene lugubri, presenze fantasmatiche.

  • commettere o subire atti raccapriccianti.

  • parenti defunti in atteggiamenti ostili.

  • essere traditi dal partner.



Che cosa fare:


La prima cosa da fare è non sovraccaricare la fantasia.

Evita per un pò film e letture horror, thriller e noir, musiche inquietanti, cibi pesanti.

Crea un ambiente domestico tranquillo e accogliente, fai un bagno rilassante prima di coricarti.


Affidati ai rimedi naturali: Sono molto utili alcune erbe rilassanti come il biancospino, la melissa e il tiglio che favoriscono il sonno sereno.

Vi consiglio anche di utilizzare dei fiori di Bach e oli essenziali per andare a riequilibrare anche la vostra energia ma sempre meglio affidarsi ad un esperto, mai con il fai da te.


Indaga il senso simbolico e nel tuo inconscio: Quando si presentano sempre gli stessi sogni o incubi c'è qualcosa che il nostro inconscio ci vuole comunicare. Affidati ad un esperto e, se te la senti, inizia un percorso per scavare più in profondità di te stesso e capire i messaggi del tuo inconscio. L'ipnosi è una delle tecniche più efficaci.


Cambia infine, qualcosa della tua vita!

Quando il nostro inconscio presenta un blocco, si deve indagare in profondità della nostra vita per capire quale sia la situazione da sbloccare.

Inizia quindi dalle piccole cose quotidiane che ti fanno vedere la vita in modo diverso: puoi cambiare strada ad esempio per andare al lavoro, la colazione, farti un regalo diverso dal solito o chiamare una persona che non senti da tempo.


Alcune persone, come è successo a me, possono avere incubi ricorrenti perchè, a livello energetico/spirituale può essere in connessione con uno spirito guida che ci vuole dare un messaggio importante.

Ricordo che, il nostro spirito guida o qualcuno a noi vicino è pur sempre in connessione con il nostro inconscio, fa parte della nostra energia e quindi fa parte di noi. è dall'inconscio che riusciamo a decifrare i vari messaggi e informazioni.


Mi capita spesso ad esempio, di fare gli stessi identici sogni o incubi di mia madre, nella stessa notte dove viviamo la situazione nei nostri corpi in prima persona.

Ovviamente, di fronte a questi e altri fatti che non sto a scrivere, la causa non è più un blocco o una situazione stressante che stimola il nostro inconscio ad elaborarla durante la notte ma è una connessione tra due persone molto più profonda.

Per questo, invito sempre ogni persona a scoprirsi sempre di più.


Il primo passo da fare per esprimere la tua vera essenza, senza reprimerla, é verso di te. Essere consapevole di ció che ti sta accadendo e indagare nel tuo inconscio.



Per chi avesse bisogno di un esperto in medicina naturale e ipnosi per trattare questi piccoli (grandi) disturbi, cliccate qui per entrare nel sito o qui per parlare direttamente con me.



Giada Aghi

Counselor hypnotherapist - Ipnologa in ipnosi clinica, essential e regressioni - Professional Master in PNL, PNL3 e Quantum Psychology - Naturopata (operatore del benessere specializzata in mtc) - Operatrice Mindfulness - Iridologa - Riflessologa - Fito-gemmo-aroma terapeuta - Floriterapeuta - Idroterapeuta - Kinesiologa - Parapsicologa - Master Reiki Usui - Radiestesista - Master in Risveglio della kundalini, Master di sciamanesimo, Master in potenziamenti chakra e vampirismo energetico - Master in controllo dell'ansia e sblocco sessuale - Tecnico di laboratorio chimico e biologico specializzato in Tecnico per il controllo e monitoraggio delle trasformazioni alimentari - Manager delle relazioni commerciali ( ...e altri master reiki).

È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i tasti di condivisione.

©Naturopatia kundalini 2019.





  • Black Icon Instagram
  • Black Icon YouTube
  • Black Facebook Icon